Giochi e Curiosità: Montmartre, la collina degli artisti e l’asinello pittore.

Il quartiere di Montmartre, famoso ai più per il Moulin Rouge, è stato il centro della vita bohémien, la collina più pazza di Parigi, dimora di artisti e scrittori spesso senza un soldo (si narra che qualcuno facesse a turno a dormire nei letti per dividere l’affitto…) ma ben forniti di senso dell’umorismo e voglia di scherzare. Fra i tanti artisti, ne voglio raccontare qui uno particolarissimo per la sua natura…un asino!! Si tratta di una delle beffe più famose di Parigi, nata in un periodo in cui tante erano le discussioni sull’arte e le sue forme. Lo scrittore e giornalista Dorgelès, spinto dall’avversione verso l’anticonformismo dell’arte moderna, di Picasso in particolare, tirò uno scherzo al poeta Apollinaire, strenuo difensore del cubismo. In accordo con Frédé, proprietario del cabaret “Le lapin agile”, attaccò un pennello alla coda dell’asino Lolo e, con l’aiuto di qualche carotina da mangiare, messa una tela vicino all’animale, a forza di colpi di coda quello sporcò …ehm no… dipinse! Insomma, in qualche modo il colore finì sulla tela che, corredata del bel titolo “Soleil endormi sur l’Adriatique” (tramonto sull’Adriatico) venne presentata al Salone ufficiale di Parigi come l’opera di un’artista misterioso, tale Boronali (anagramma di Aliboron, il nome di un’asino di una delle favole di La Fontaine!). Per concludere: il dipinto fu venduto a 400 franchi dell’epoca, una bella somma, e tutt’oggi è esposto, debitamente incorniciato, presso il museo Espace Culturel Paul Bédu” a Milly-la- Forêt!